AFOL Monza Brianza: un sistema pubblico di successo

L’Agenzia per la Formazione, Orientamento e il Lavoro di Monza e Brianza è un’azienda speciale completamente partecipata della Provincia di Monza e della Brianza, che si occupa di promuovere il diritto al lavoro. I risultati dell’intervento.

Attraverso il sistema dotale regionale, l’ Afol offre il supporto necessario ai cittadini del territorio della Provincia di Monza e Brianza grazie al consolidamento dell’esperienza maturata nell’erogazione delle politiche attive, ormai considerabili servizi permanenti sul territorio.

Oltre ai quattro Centri per l’Impiego, AFOL ha accreditato ulteriori due sedi per l’erogazione dei servizi al lavoro integrandoli con i servizi formativi erogati dalle sedi AFOL MB, oltre che dai più rappresentativi enti del territorio con i quali sono stati stipulati accordi di partenariato. Tale scelta è risultata in linea con la strada intrapresa anche dai più importanti operatori accreditati della filiera; si pensi che solo nel periodo settembre 2013/giugno 2014, le Agenzie per il Lavoro in Lombardia, hanno aumentato di oltre il 40% il numero delle proprie sedi accreditate, contrariamente agli altri CPI lombardi/agenzie provinciali che registrano un decremento[1].

AFOL MB ha provveduto all’attivazione di un numero significativo di percorsi di politiche attive tramite il sistema Dote Unica – 1583 doti assegnate al 3/12/2014 -, destinando la maggior parte delle risorse disponibili a favore di lavoratori appartenenti alle fasce deboli del mercato del lavoro, in linea con la mission pubblica del servizio: oltre il 90% delle doti sono assegnate alle fasce di media ed alta intensità d’aiuto (di cui il 72% alla sola alta intensità).

Trattandosi di un’utenza particolarmente svantaggiata, la Provincia di Monza e Brianza, AFOL e i cinque “Ambiti Territoriali”, hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per favorire il reinserimento nel mercato del lavoro di coloro che sono in carico ai Servizi Sociali e hanno necessità del servizio di “Creazione rete di sostegno”.

Ad oggi, il 48% degli utenti presi in carico da AFOL MB sono stati reinseriti nel MdL, molti dei quali con contratti di durata superiore ai 180 giorni (il 26% degli utenti che hanno concluso il percorso dotale).

Nel monitoraggio settimanale, effettuato da Regione Lombardia, AFOL MB si è quasi costantemente posizionata al 5° posto nella “Top Ten” regionale degli operatori pubblici e privati accreditati ai servizi al lavoro, pur avendo una territorialità limitata alla sola Provincia di Monza.

Tale risultato è stato conseguito grazie alla piena sinergia tra servizi lavoro, formazione e welfare, oltre che alla costituzione di reti di partenariato pubbliche- private a valere su sperimentazioni mirate e innovative.

Questo approccio ha trovato nel dispositivo DUL (e negli altri ad esso collegati – es. Reimpiego), uno degli strumenti per valorizzare la centralità della persona in una logica di programmazione integrata e di “governance multilivello e partecipata” a livello territoriale.

All’interno della Provincia di Monza con sole 6 sedi accreditate su 55 presenti (10%), AFOL MB gestisce il 42% delle risorse economiche DUL assegnate al territorio.

Pur registrando una domanda da parte degli utenti molto più elevata rispetto alle effettive disponibilità delle risorse e nonostante il nuovo meccanismo introdotto da Regione Lombardia in merito all’assegnazione delle “soglie massime di utilizzo fondi”, AFOL MB ha garantito la continuità nell’erogazione dei servizi attraverso un accurato monitoraggio del meccanismi di equilibrio/riequilibrio del budget operatore, del budget di sostituzione e dell’overbooking controllato.

Il dispositivo DUL ha anche permesso l’erogazione di servizi di politica attiva nei confronti dei giovani destinatari del programma Garanzia Giovani in attesa dell’attivazione di fine ottobre: 212 giovani sono stati presi in carico con DUL tra maggio e ottobre 2014.

Per favorire l’efficacia dell’inserimento dei giovani nel MDL, AFOL offre ulteriori servizi complementari:  Eures e Eurodesk, con l’obiettivo di promuovere la mobilità del lavoro dei giovani all’estero, uffici placement nelle scuole per  favorire l’incontro tra diplomandi/diplomati e il mondo del lavoro tramite rapporti con le aziende del territorio per favorire la transizione scuola-lavoro

AFOL Monza e Brianza prosegue inoltre nella promozione di accordi di rete con attori pubblici e privati del territorio, per consolidare un ruolo dinamico all’interno della rete dei servizi territoriali, in un’ottica di sempre maggiore integrazione e cooperazione con i diversi Stakeholder. Particolare attenzione è dedicata  alle situazioni di crisi occupazionali che per essere fronteggiate richiedono la messa in campo di interventi sinergici volti ad aumentare l’efficacia degli strumenti di politica attiva e a moltiplicare le opportunità di ricollocazione o l’avvio di attività autoimprenditoriali. Afol MB riveste il ruolo di Capofila di reti stabili e strutturate, che coinvolgono attivamente istituzioni, Comuni, associazioni datori e sindacali, APL, società di outplacement, enti di formazione, che promuovono congiuntamente il reinserimento lavorativo (Progetti Reimpiego e Azioni di Rete e altri Bandi Provinciali).

Nel 2014 AFOL MB è stata capofila di tre reti territoriali che hanno coinvolto complessivamente 25 partner e 224 lavoratori con un risultato di ricollocazione medio pari al 51%.

Sempre nel 2014 AFOL MB è stata capofila e attuatore del “Progetto sperimentale di integrazione delle politiche attive del lavoro tra Provincia di Monza e Brianza, Afol Monza e Brianza e Agenzie per il lavoro accreditate sul territorio provinciale” che ha visto la collaborazione sussidiaria tra enti pubblici e privati e  il coinvolgimento di 150 beneficiari di cui il 54% ricollocati.

AFOL MB è presente sul territorio anche attraverso una rete capillare di Sportelli Lavoro Comunali che rappresentano una prima risposta alle richieste, sempre crescenti del territorio, di sostenere e accompagnare le persone nelle fasi di transizione tra lavoro-non lavoro-formazione e di integrare i servizi al lavoro con le misure di welfare locale in una logica di prossimità dei servizi. Nel 2014, attraverso i 12 Sportelli Lavoro attivi sul territorio, sono stati presi in carico 1.503 nuovi utenti e ne sono stati ricollocati, a seguito del passaggio allo Sportello Lavoro, 618.

AFOL MB procede nel consolidamento e nell’ampliamento della rete dei servizi integrati famiglia-lavoro e nel sensibilizzare la cittadinanza sui temi della conciliazione contribuendo altresì nel favorire l’attivazione di modelli innovativi di Welfare. Aderisce alla Rete Territoriale di Conciliazione, composta da 38 partner pubblico-privati e fa parte di due delle cinque Alleanze Locali che stanno portando avanti progetti di Conciliazione finanziati da Regione Lombardia.

Ha attuato il progetto ‘Dote Conciliazione – Servizi alla persona’ grazie al quale ha erogato servizi di sostegno a diverse famiglie per aiutare le donne a mantenere il lavoro dopo la nascita di un figlio.

Altri punti di forza hanno dato valore aggiunto ai servizi integrati della filiera lavoro-formazione-orientamento consistono:

–          nel qualificare l’offerta formativa consolidando il contributo di AFOL MB nello sviluppo delle filiere formative espressione di eccellenza territoriale (poli, its, ifts…) in risposta ai bisogni  espressi dal mondo del lavoro, fornendo un contributo concreto ai dispositivi progettuali ad esso connessi.

–          nel raccordare – nel pieno rispetto delle prerogative di programmazione e gestione dei servizi affidate ai piani di zona – le potenzialità offerte dagli strumenti di politica attiva del lavoro con alcune sperimentazioni in servizi di welfare locale, in grado di favorire l’elaborazione  di modelli di intervento meno centrati su sistemi di assistenza/presa in carico tradizionali e più orientati ad azioni di workfare

–          nello sviluppare servizi integrati di politica attiva del lavoro a livello sovracomunale

–       nell’analizzare costantemente e rielaborare sistemi di lettura, analisi e monitoraggio dei dati sull’andamento del mercato del lavoro in Brianza

–          nel perseguire gli orientamenti per le politiche a favore dell’occupazione Europa 2020: incrementare la partecipazione al mercato del lavoro, sviluppare una forza lavoro qualificata,  migliorare i sistemi d’istruzione e formazione, lottare contro l’esclusione sociale

 


[1] Fonte Arifl – Newsletter n.10/2014